Moratoria sanzioni fatturazione elettronica

L’art. 10 del D.L. n. 119/2018 ha previsto la c.d. moratoria delle sanzioni avente durata semestrale per i contribuenti che liquidano l’IVA con periodicità trimestrale e di nove mesi per i contribuenti mensili.
Se la fattura viene emessa tardivamente, ma entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica, relativa al periodo durante il quale l’operazione si considera effettuata, il contribuente non sarà destinatario di alcuna sanzione.
Invece, se la fattura viene emessa tardivamente, ma entro il termine previsto per la liquidazione periodica successiva, la sanzione sarà ridotta dell’80%.
Questa riduzione, però non riguarda gli omessi o i tardivi versamenti del tributo. In questo caso scatterà la riduzione della sanzione base dell’80 per cento, ma anche la sanzione senza per omesso o tardivo versamento del tributo.
Ai fini della determinazione della penalità si deve tenere conto della riforma delle sanzioni e, in particolare, del nuovo art. 6, comma 1, D.Lgs. n. 471/1997, entrato in vigore dal 1° gennaio 2016. In particolare, l’art. 15, comma 1, lettera f), n. 1), D.Lgs. n. 158/2015 prevede la nuova sanzione compresa tra il 90 ed il 180 per cento, con un minimo di 500 euro.
Se si applica la riduzione dell’80 per cento, la sanzione applicabile dovrebbe essere compresa tra il 18 ed il 36 per cento dell’imposta con un minimo di 100 euro oltre al 30 per cento per omesso o tardivo versamento.

© 2012-2015 Copyright S.G.R. Elaborazioni - Tutti i diritti riservati | p.iva 07595480018 | Cookie policy | Privacy policy